Con la normativa appena approvata dal Governo (approvazione del decreto legislativo sulla Direttiva Servizi del 19 marzo scorso) per dare inizio all’attività di agente immobiliare è necessario :

  • presentare la dichiarazione di inizio attività (da presentare alla CCIAA di riferimento) allo sportello unico presso il Comune competente per territorio unitamente alle autocertificazioni e delle certificazioni attestanti il possesso dei requisiti prescritti,
  • I requisiti, prescritti dalla legge 39 del 1989 e dalla legge 57 del 2001 sono: il diploma di scuola media superiore (o l’attestato triennale di qualifica regionale); la frequntazione di un corso di formazione autorizzato dalla regione e il superamento dell’esame oltre al godimento dei diritti civili e penali;
  • la Camera di Commercio verifica il possesso dei requisiti previsti, iscrivendo i dati relativi all’attività da avviare nel registro delle imprese, se l’attività è svolta in forma societaria o al REA se ditta individuale e assegna la qualifica di intermediario immobiliare;
  • l’iscrizione al REA o al registro delle imprese ha effetto dichiarativo del possesso dei requisiti abilitanti all’esercizio dell’attività professionale.